* Ricerca Rapida

Ricerca personalizzata

Autore Topic: Sicurezza e Direzione lavori  (Letto 2830 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline melo

  • Semi Esperto
  • **
  • Thank You
  • -Given: 6
  • -Receive: 10
  • Post: 143
  • Karma: 11
  • Novizio
  • Città: sud
  • Professione: ingegnere
  • Specializzazione: strutture
Sicurezza e Direzione lavori
« il: 18 Aprile , 2010, 12:55:14 pm »
In un opera qualsiasi, dalla casetta al fabbricato di 25 piani. Come progettista e direttore lavori ho responsabilità sulla sicurezza?

Mi spiego meglio se un cliente mi commissiona un progetto ed una direzione lavori e non la sicurezza (anche perchè non ho, e non ho intenzione di prendermi l'abilitazione delle 120 ore), io posso esimermi da fare anche il coordinatore per la sicurezza, a redigere psc pos ed altra carta straccia inutile del genere, non essendo stato incaricato dal committente?

In caso di casini (termine che indica una grossa casistica di eventi), posso dire che la sicurezza  è un onere del committente e che lui deve nominare un tecnico ad hoc per fare la sicurezza?

Come direttore lavori, posso dare inizio ai lavori di un grattacileo senza  avere il psc e senza avere una figura preposta alla sicurezza?

Quello che m'interessa non è se in seguito ad un controllo bloccano tutto, ma solo e solo se il progettista e il direttore lavori sono responsabili a qualsiasi titolo alla sicurezza cantiere.

Dico qesto perchè la sicurezza cantieri è diventata un tutto incluso col progetto, ergo non la pagano, pertanto se non ho un corrispettivo  non vedo perchè dovrei lavorare e prendermi responsabilità per cose non pagate.

Magari si può fare un contratto col cliente dove si dice che la sicurezza è onere suo e che lui deve trovare le figure professionali atte a occuparsi di cio.

"Non prendere la vita troppo sul serio, tanto non ne uscirai vivo!" 

Ingegneria Forum

Sicurezza e Direzione lavori
« il: 18 Aprile , 2010, 12:55:14 pm »

Offline Cris

  • Global Moderator
  • Nonno del forum
  • *****
  • Thank You
  • -Given: 89
  • -Receive: 206
  • Post: 1513
  • Karma: 216
  • Libero Professionista
  • Città: Roma
  • Professione: Ingegnere
  • Software utilizzati: Edilus Primus Certus... insomma ACCA
  • Specializzazione: Civile Edile
Re: Sicurezza e Direzione lavori
« Risposta #1 il: 18 Aprile , 2010, 16:49:44 pm »
In relazione ai disposti del dlgs 81/2008 corretto da dlgs 106/2009 e succ. mod. il progettista e direttore dei lavori non ha responsabilità di sicurezza.
La progettazione della sicurezza e la sua esecuzione in fase cantieristica sono delle due note figure professionali CSP e CSE che devono... anzi DEVONO, per legge essere nominati dal committente!
Fine del discorso.

Se però il committente è una stazione appaltante e quindi siamo nel campo dei lavori pubblici, pur rimanendo valido quanto detto sopra, esiste la piccola complicazione dovuta al fatto che il consiglio superiore dei LLPP ha più volte esortato, con diversi disposti normativi, nell'ambito del risparmio di risorse finanziarie, le stazioni appaltanti a nominare direttori dei lavori che esplichino anche le prestazioni di CSP e CSE. In sostanza le stazioni appaltanti devono assicurarsi di non disperdere le prestazioni a diversi professionisti.

Ne deriva che se non sei abilitato all'81/08, spesso becchi meno appalti da progettare o dirigere;
Tuttavia questo non è un grosso problema per la rimostranza economica che hai fatto perchè, in genere nel campo dei LLPP, i soldi arrivano, tutti e per tutte le prestazioni professionali, con calma ma tutti.

Il contratto con il cliente dove si dice che la sicurezza è un onere suo ti assicuro che non serve.

saluti. :ciau:
« Ultima modifica: 18 Aprile , 2010, 16:55:00 pm da Cris »
Quando i nani fanno l'ombra lunga.... è l'ora del tramonto.

Offline melo

  • Semi Esperto
  • **
  • Thank You
  • -Given: 6
  • -Receive: 10
  • Post: 143
  • Karma: 11
  • Novizio
  • Città: sud
  • Professione: ingegnere
  • Specializzazione: strutture
Re: Sicurezza e Direzione lavori
« Risposta #2 il: 18 Aprile , 2010, 20:51:34 pm »
....

Quindi posso dare inizio ai lavori, andare in cantiere e fregarmene altamente di sapere se esiste o meno un CSPo CSE?

Inoltre se in cantiere dovessi trovare difformità: ponteggi montati male, operai che non usano le cinture o non indossano il casco, ecc ecc...
E' mio dovere quale direttore lavori intervenire, oppure a me basta controllare che i lavori corrispondano al progetto?
"Non prendere la vita troppo sul serio, tanto non ne uscirai vivo!" 

Offline Cris

  • Global Moderator
  • Nonno del forum
  • *****
  • Thank You
  • -Given: 89
  • -Receive: 206
  • Post: 1513
  • Karma: 216
  • Libero Professionista
  • Città: Roma
  • Professione: Ingegnere
  • Software utilizzati: Edilus Primus Certus... insomma ACCA
  • Specializzazione: Civile Edile
Re: Sicurezza e Direzione lavori
« Risposta #3 il: 18 Aprile , 2010, 22:51:49 pm »
E' esattamente così, anche perchè in cantiere dovresti non trovare nessuno in quanto la ditta esecutrice dei lavori sa bene che non può iniziare i lavori senza POS che si può fare solo DOPO ed in conformità con il PSC.
E' un pò come dire.... come faccio a fare la direzione lavori di un opera che non ha il progetto strutturale?
Non puoi perchè se vai in cantiere non trovi la ditta che inizia i lavori senza deposito al GC (responsabilità penali giusto?).
Chiaramente tuo dovere è informare il committente dei suoi obblighi perchè magari non li conosce per ignoranza. Ma se li conosce e se ne frega non è una questione tua.
Il problema è se sei in regime di 81/08 (ex 494) o no.
Ad esempio ci sono dei casi che esulano dagli articoli che obbligano alla redazione del PSC (quindi assenza di CSP) ma che hanno bisogno del CSE, altri casi che esulano da qualsiasi obbligo, altri ancora che (nel caso di committente che gestisce personalmente e singolarmente gli appalti e le lavorazioni) hanno bisogno del DUVRI ecc. ecc.
Siccome non sei stato specifico su questo punto non so dirti.
Sappi che un ispettore che arriva in cantiere su una situazione dubbia chiama il datore di lavoro e chiede spiegazioni: "chi è il CSE? ah... non c'è? chi è il committente?". Fine della ricerca.
Se dopotutto hai ancora dubbi puoi fare due cose:
prendere l'81/08 e cercare "obblighi del direttore dei lavori"
cercare tra le normative che dispongono sugli obblighi del direttore dei lavori, quelli riguardanti la sicurezza.

Una cosa voglio aggiungere e posso consigliarti di fare sempre e comunque.
In caso di GRAVE ED IMMEDIATO PERICOLO sospendi immediatamente i lavori. (questa però è una norma di buonsenso generale anche se è disposta dall'81/08). Salutoni...
« Ultima modifica: 18 Aprile , 2010, 23:08:45 pm da Cris »
Quando i nani fanno l'ombra lunga.... è l'ora del tramonto.

Offline ing.Max

  • Nonno del forum
  • *****
  • Thank You
  • -Given: 102
  • -Receive: 79
  • Post: 1109
  • Karma: 88
  • Città: Desenzano del Garda
  • Professione: ingegnere
  • Software utilizzati: Modest, Gelfi
Re: Sicurezza e Direzione lavori
« Risposta #4 il: 19 Aprile , 2010, 09:03:55 am »
Quindi posso dare inizio ai lavori, andare in cantiere e fregarmene altamente di sapere se esiste o meno un CSPo CSE?

Inoltre se in cantiere dovessi trovare difformità: ponteggi montati male, operai che non usano le cinture o non indossano il casco, ecc ecc...
E' mio dovere quale direttore lavori intervenire, oppure a me basta controllare che i lavori corrispondano al progetto?
Sinceramente non sono del tutto daccordo.
Un conto è il caso in cui il committente è un operatore del settore, che cosciente del quadro normativo, tenta di risparmiare eludendo una parte degli oneri che gli competono, un altro paio di maniche è il caso della signora Maria che decide di ristrutturare la casa e non sa niente della 81/2008, ma semplicemente da l'incarico ad un tecnico.
In questo caso, ma sarei propenso a renderla una prassi generale, è opportuno che il tecnico illustri all'ignaro committente tutte gli oneri che ad esso fanno capo includendo la designazione del CSP/CSE, e farebbe bene ad avere un documento scritto che certifichi l'azione informativa. In caso di incidente il magistrato non esiterebbe a tirare dentro anche la DL, ed in tal caso è bene poter dimostrare la propria buona volontà nell'applicazione delle norme sulla sicurezza.
A maggior ragione sel il committente è un "bandito", è necessario tutelare la propria posizione il più possibile, perchè è probabile che in caso di problemi seri, il personaggio potrebbe essere tentato di scaricare la colpa sul tecnico.

Ciao!
cit. E.Diaz: "La conoscenza non occupa spazio"



Offline Cris

  • Global Moderator
  • Nonno del forum
  • *****
  • Thank You
  • -Given: 89
  • -Receive: 206
  • Post: 1513
  • Karma: 216
  • Libero Professionista
  • Città: Roma
  • Professione: Ingegnere
  • Software utilizzati: Edilus Primus Certus... insomma ACCA
  • Specializzazione: Civile Edile
Re: Sicurezza e Direzione lavori
« Risposta #5 il: 19 Aprile , 2010, 11:50:27 am »
Chiaramente tuo dovere è informare il committente dei suoi obblighi perchè magari non li conosce per ignoranza. Ma se li conosce e se ne frega non è una questione tua.

In caso di GRAVE ED IMMEDIATO PERICOLO sospendi immediatamente i lavori. (questa però è una norma di buonsenso generale anche se è disposta dall'81/08).
Mi autocito a conferma.
Quando i nani fanno l'ombra lunga.... è l'ora del tramonto.

Ingegneria Forum

Re: Sicurezza e Direzione lavori
« Risposta #5 il: 19 Aprile , 2010, 11:50:27 am »

 

Related Topics

  Oggetto / Aperto da Risposte Ultimo post
5 Risposte
1956 Visite
Ultimo post 10 Luglio , 2010, 06:54:43 am
da enricog
9 Risposte
3077 Visite
Ultimo post 17 Luglio , 2010, 14:34:07 pm
da enricog
0 Risposte
620 Visite
Ultimo post 25 Agosto , 2011, 21:09:35 pm
da saturno
12 Risposte
6271 Visite
Ultimo post 11 Febbraio , 2012, 18:15:20 pm
da baro
37 Risposte
4644 Visite
Ultimo post 26 Dicembre , 2012, 07:29:41 am
da giurista